Get Adobe Flash player

Asl di Olbia concorso per 70 posti di OSS su 120 disponibili

Asl di Olbia  concorso per 70 posti di OSS su 120 disponibili

Delibera assunzione di un oss tramite la E-WORK

Ecco che continuano a fare cavolate all’ordine del giorno la Asl di Olbia sempre per giustificare una nuova assunzione di un OSS interinale dice che è costretta perchè non c’è ancora una graduatoria da cui attingere ( è colpa nostra? ) e che nella pianta organica c’è una carenza di 120 posti di OSS:

-  allora perchè hanno bandito un concorso per soli 70 posti?

-  I 50 posti rimanenti a chi sono destinati?  dato che il caro assessere e tutto il suo seguito dicono che se un concorso è fatto per tot di posti non si possono fare assunzioni oltre quel limite?

- Sarà un caso che la Asl di Olbia stia facendo lo stesso gioco che ha già fatto la  Asl 8 di Cagliari come se gli ordini provenissero dalla stessa persona?  Simeone e Fadda sono guarda caso UDC che strana coincidenza?

Nonostante si sia parlato anche recentemente dello spreco enome di soldi pubblici da parte della Asl di Olbia per il lavoro interinale,  il suo direttore generale continua sulla sua strada spalleggiato dal suo partito padrone della sanità sarda.

L’unica cosa certa e che per un bel pò continueranno ad usare lavoratori interinali tanto chissa quanto tempo passerà prima che vengano ultimate tutte le prove.

Non vorrei sbagliare ma penso che il concorso di olbia terminerà il suo espletamento a ridosso delle prossime elezione regionali.

Riporto l’ultimo articolo che parla della spesa fuori controllo per lavoro interinale

 

Sanità, la voragine della Asl di Olbia. Otto milioni l’anno per gli interinali

elia corda“È comunque intendimento della nuova direzione aziendale bandire concorsi e avvisi pubblici per tutti le professioni al fine di ridurre al minimo il ricorso alle agenzie interinali”. Così recitava un comunicato stampa del 30 novembre 2009 della Asl numero 2 di Olbia. Sono passati tre anni, e l’azienda sanitaria olbiese, dati alla mano, registra il più ampio e sistematico uso di lavoratori precari in Sardegna. Pratica che contribuisce a creare una voragine nella spesa sanitaria. L’anomalo ricorso ad assunzioni interinali è confermato da un dato: nel 2010 la Asl ha speso circa 8 milioni e mezzo di euro per la cosiddetta “somministrazione di svariate figure professionali”.

 

E dire che il problema era stato segnalato. Per la precisione in un’interrogazione al presidente della Regione Ugo Cappellacci, all’assessore della Sanità Simona De Francisci e a quello degli Affari generali e del Personale, Mario Floris. «Da anni – scriveva il consigliere regionale del Pd Elia Corda (nella foto) – la Asl di Olbia ricorre in modo continuativo all’assunzione di personale sanitario e amministrativo attraverso agenzie interinali, anche dopo l’espletamento di concorsi per dipendenti delle stesse aree. Di più. Il personale assunto per via interinale viene talvolta destinato a ruoli in organismi direttivi, normalmente riservati a personale vincitore di regolari concorsi pubblici, creando così un’evidente discriminazione e mortificando valide professionalità».

La pratica è andata avanti. Come risulta dalla delibera del 24 settembre scorso, firmata dal direttore generale della Asl, Giovanni Antonio Fadda, nel solo mese di agosto sono state liquidate fatture per 349 mila euro alla società E-Work, fornitrice di lavoratori interinali. Il 21 giugno 2011, con la delibera numero 1518, la Asl di Olbia ha aggiudicato in via definitiva l’appalto per il servizio di somministrazione di lavoro a tempo determinato (sui cosiddetti lavoratori interinali) alla E-Work, società milanese ma con sedi anche a Cagliari e Sassari. Sempre secondo la delibera il prezzo di aggiudicazione, corrispondente al margine di intermediazione per ora lavoro, è pari a euro 0,34 all’ora. Ma è il valore complessivo annuo stimato del contratto a lasciare qualche dubbio: si parla di 7 milioni e 482 mila euro per le retribuzioni e 124 mila euro come margine di utile a favore della società per il compito di intermediazione.

Insomma, la Asl ha dichiarato il proposito di utilizzare gli interinali solo nei casi previsti, ma alla fine ha speso per loro 8 milioni di euro in un anno. D’altra parte, come aveva segnalato Corda, “Il costo del personale assunto attraverso agenzie interinali, è maggiore di oltre il 50% rispetto a quello del personale a tempo indeterminato”. La levitazione dei costi è confermata dalle cifre del bilancia della Asl: si è passati da poco più di un milione di euro nel 2006 a 8 milioni e 500 mila euro nel 2010.
Ciò nonostante, la pratica delle assunzioni di interinali alla Asl di Olbia prosegue senza sosta. Dal dal primo gennaio al 30 giugno di quest’anno ha stipulato un contratto con la E-Work per la “fornitura in somministrazione di lavoro” della bellezza di 81 operatori socio sanitari per la spesa presunta di un milione e 309 mila euro. Nel mese di gennaio 2012 sono stati spesi 279 mila euro per la fornitura di personale interinale; 357 mila euro nel solo mese di marzo; 368 mila euro ad aprile; 328 mila euro a luglio. Solo per citare qualche dato. E non è che la Asl di Olbia se la passi troppo bene sul fronte dei bilanci. Dal 2005 al 2010, conti alla mano, l’azienda sanitaria gallurese ha perso 112 milioni e 700 mila euro.

Giacomo Legato

 

PDF Creator    Invia l'articolo in formato PDF   

2 risposte a Asl di Olbia concorso per 70 posti di OSS su 120 disponibili

  • t_OSS_ika26:

    Nella tangentopoli di Di Pietro si dimostravano le “Provviste” di fondi neri da destinare al mercato della corruzione. Oggi le provviste sono diventate di “Posti di Lavoro”. Rendono di più, non sono soggette a svilimento inflattivo e non scontano commissioni bancarie. Dimostrate, le abbiamo già dimostrate. Il fatto che non vengano ritenute degne di considerazione dalla magistratura, ci fa sospettare che nella regione meno autonoma d’Italia, ben altre istituzioni abbiano perso gran parte della propria, unica caratteristica che ne giustifica l’esistenza.

  • CHE Guevara:

    Condivido al 150%!!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Categorie

Archivi